LE SCARPE DA RUNNING USATE, TORNANO A CORRERE IN AFRICA.

Ogni anno migliaia di scarpe da running usate vengono abbandonate tra armadi e garage. E mai più utilizzate. Il loro destino è quello di essere dimenticate? Di ammuffire in qualche soffitta? O esiste un modo per dar loro nuova vita?

A queste domande Francisco Grimaldi e Giordano Bravetti danno, da ben tre anni, una bellissima risposta. Chi sono vi chiederete voi. Per ora vi posso dire che sono due ragazzi romani con un’idea tanto semplice quanto geniale: donare scarpe da corsa usate.

Intorno ad un accessorio come la scarpa, piena di ricordi, emozioni e fatica, Francisco e Giordano hanno creato il progetto “In your shoes“. E dal 2017 ad oggi, sono più di mille le scarpe donate da runners italiani ed europei e portate in Kenya nella Rift Valley, culla di alcuni tra i più grandi corridori al mondo

Ho scoperto in questo periodo di quarantena questo bellissimo progetto e in attesa di donare le mie scarpe alla riapertura dei negozi sportivi, ho avuto la fortuna di conoscere Giordano e farmi raccontare In Your Shoes.

Proverò a riassumere l’intervista, che è stata in realtà una bellissima chiaccherata, per condividere questo progetto con chi vorrà in qualche modo partecipare e diffonderlo.

Il progetto raccontato dai due fondatori.

1) DA DOVE NASCE L’IDEA?

Da un primo viaggio di Francisco in Kenya e dalla volontà di creare un legame tra luoghi cosi distanti, ma accomunati da una passione profonda, quella per la corsa. Ne è nato un progetto che unisce oggi due continenti.

Siamo partiti la prima volta raccogliendo 40 paia di scarpe da runnig usate tra gli amici di Roma. Da li il progetto ha preso piede, è stato diffuso ed apprezzato in molte città italiane ed europee. Da Milano a Berlino, passando per Istanbul. La nostra idea ha cominciato ad essere compresa e apprezzata finalmente.

Una volta l’anno, a marzo, portiamo in Kenya le scarpe raccolte. Di persona. Uno dei tanti aspetti che ci rende orgogliosi di In Your Shoes è che la donazione non è anonima. Le scarpe vengono etichettate e accompagnate da un video messaggio del precedente proprietario, che a sua volta avrà la possibilità di ricevere il video di risposta del fortunato destinatario. Così, per ciascuna scarpa donata, nasce una storia personale che negli anni abbiamo visto essere un enorme scambio di emozioni.

2) DOVE LE PORTATE?

Facciamo base sulla scuola St.Patrick di Iten, a 2400 metri d’altezza, famosa per essere diventata negli ultimi anni una fucina di maratoneti e mezzofondisti. Insomma un posto in Kenya dove tutti corrono. E’ proprio li che ci siamo resi conto quanto la corsa rappresentasse una delle poche possibilità per i ragazzi, di aspirare a un futuro migliore e quanto le scarpe rappresentassero un mezzo importantissimo per i numerosi aspiranti atleti.

Quindi dalla scuola iniziamo a distribuirle ai runner più o meno fortunati in giro per i villaggi circostanti.

Ma vi assicuro che farle arrivare li non è cosi semplice. Passare per le dogane di Nairobi per far transitare le enormi scatole con le scarpe da running usate, è un’esperienza complicata quanto memorabile.

3) GLI EPISODI PIU BELLI CHE RICORDI?

Ne avrei tantissimi, mi limito a due?

Una è sicuramente la volta in cui io e Francisco siamo entrati in uno degli alloggi sovraffolati in cui spesso dormono molti ragazzi, tutti assieme. Lì abbiamo trovato i nomi e le dediche delle persone che avevano donato le scarpe l’anno precedente e l’emozione per noi è stata molto forte. Abbiamo capito che ciò che facevamo lasciava loro un messaggio forte. E loro ne erano sinceramente riconoscenti.

Il secondo è quello che stiamo provando a fare con e per tutte le donne del villaggio.
Lo scorso anno ci ha accompagnato nel viaggio una ragazza sudcoreana, regalandoci l’onore di condividere la propria storia. Nata in uno dei villaggi poveri dell’Asia, è riuscita ad andare a studiare negli Stati Uniti, vivendo un percorso di crescita e coraggio partendo da un paese lontano. Sentirla parlare e confrontarsi con le donne africane del villaggio sull’importanza del ruolo delle donne e dei loro sogni ha regalato minuti emozionanti.


COME POSSIAMO ALLORA DONARE?

Per chi volesse partecipare al progetto donando le sue scarpe usate, le modalità sono due:

A) Cercando i negozi più vicini a dove abiti nell’elenco (cliccando qui) e consegnandole li di persona.

B) Se non puoi muoverti o non hai negozi nelle vicinanze puoi spedire le scarpe al seguente indirizzo:
Effe Emme Due, In Your Shoes
Via della Magliana 640, 00148 RM
Rome, Italy

Per qualsiasi altro dubbio, non esitate a commentare qui sotto.

1 thought on “LE SCARPE DA RUNNING USATE, TORNANO A CORRERE IN AFRICA.

  1. Robertino Dichiara says:

    Salve complimenti per l’iniziativa vorrei essere contattato allo 392/1600505 per informazioni più dettagliate e una proposta visto che la mia zona Macerata
    Non ci sono possibilità di consegnarle .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *